Benvenuto sul sito del Tribunale di Vicenza

Tribunale di Vicenza - Ministero della Giustizia

Tribunale di Vicenza
Ti trovi in:

Asseverazioni di perizie e traduzioni

COS'È

TRADUZIONE

L’asseverazione (giuramento della traduzione di un documento) viene richiesta in tutti i casi in cui è necessaria una attestazione ufficiale da parte del traduttore circa la corrispondenza del testo tradotto a quanto presente nel testo originale. Il traduttore si assume la responsabilità di quanto tradotto firmando un verbale di giuramento. Il traduttore, che può essere sia persona iscritta agli albi del Tribunale e della Camera di commercio che persona non iscritta, ma diversa dall'interessato e che non sia né parente né affine dello stesso, deve presentarsi personalmente allo sportello dell’ufficio con un valido documento di identificazione.

ASSEVERAZIONE PERIZIA

Con l’asseverazione, la perizia stragiudiziale assume valore tra privati e tra privati e la pubblica amministrazione. Si tratta di un giuramento davanti al funzionario/cancelliere compiuto da chi ha effettuato la perizia.

NORMATIVA DI RIFERIMENTO

Art. 5 R.D. n. 136 del 9/10/1922; D.M. 04/01/1954 n. 2011 (Cat. 22).

CHI PUO'RICHIEDERLO

L’asseverazione può essere richiesta da chi ha redatto la perizia stragiudiziale o la traduzione del documento.
Non è prevista alcuna competenza territoriale per cui l’asseverazione può avvenire presso qualsiasi ufficio giudiziario.
Il traduttore, al fine di garantire l'imparzialità e la veridicità sulla traduzione, deve essere estraneo all'atto da lui tradotto.

DOVE SI RICHIEDE

Stanza 5 bis blocco C piano primo

Il mercoledì dalle 8,45 alle 12,00 previo appuntamento  da prendere direttamente sulla piattaforma appuntamenti

COSA OCCORRE

ASSEVERAZIONI TRADUZIONI

Il traduttore che ha effettuato la traduzione si presenta su appuntamento personalmente e con un valido documento di identità avanti al funzionario. Per consentire le operazioni di riconoscimento, è necessario utilizzare un documento di identificazione valido ed originale che riporti l’indicazione della residenza attuale. I cittadini extracomunitari devono riportare sul verbale di giuramento anche gli estremi di permesso di soggiorno (numero identificativo, data di rilascio e di scadenza, autorità rilasciante) che deve essere esibito in originale.

Gli appuntamenti si prendono nella piattaforma online, previa registrazione nell’apposita area dell’home page di sito del tribunale. Possono essere presi fino a tre appuntamenti, della durata di 5 minuti ciascuno, per un massimo di due asseverazioni ad appuntamento. E’ obbligatoria la compilazione del campo note.

Non vengono accettati appuntamenti senza indicazione nelle note del numero di asseverazioni richieste.

Le traduzioni devono essere rilegate ponendo per primo il testo originale, o la sua copia autentica, seguito dalla traduzione e dal verbale di asseverazione. Il tutto fissato con 3 punti di cucitrice sul lato sinistro.

Relativamente alla redazione delle traduzioni giurate, l’Ufficio invita il traduttore ad osservare le seguenti indicazioni:

nel caso in cui venga omessa la traduzione di alcune parti del documento, il Traduttore dovrà specificare esattamente, prima della traduzione e nella stessa lingua, quali parti non sono state tradotte, introducendo la formula “Omissis” oppure “testo omesso”, ovviamente scritto nella lingua prevista per la traduzione.

I timbri contenuti nel documento da tradurre dovranno essere descritti e tradotti, come pure le firme: se poco chiari,andrà specificato con la dicitura “timbro illeggibile”, “firma illeggibile”, nella lingua della traduzione. Le foto e le marche da bollo eventualmente presenti nell’atto originale dovranno essere menzionate  dal traduttore (es. foto dell’interessato – marca da..).Non è permesso riprodurre sulla traduzione giurata: loghi di carte intestate, timbri e firme presenti sul documento originale. Non è consentito presentare una traduzione con riproduzioni grafiche  a colori presenti sul documento originale.

Non è consentito tradurre da una lingua straniera ad un’altra lingua straniera: il traduttore dovrà comporre l’atto nell’ordine:

1.  documento in lingua straniera

2.  traduzione in lingua italiana

3. primo verbale di asseverazione

4.  traduzione nell’altra lingua straniera 

5. secondo verbale di asseverazione.

È consentito il giuramento di atti in fotocopia, previa conferma da parte del traduttore, che sarà tenuto a specificare sul verbale di giuramento se si tratta  di documento originale, in copia conforme, in copia semplice.

ASSEVERAZIONI PERIZIE

Il perito che ha effettuato la perizia si presenta su appuntamento personalmente e con un valido documento di identità avanti al funzionario. Gli appuntamenti si prendono nella piattaforma online previa registrazione nell’apposita area dell’home page di sito del tribunale. Possono essere presi fino a tre appuntamenti di durata di 5 minuti ciascuno, per un massimo di due asseverazioni  ad appuntamento. E’ obbligatoria la compilazione del campo note. Non vengono accettati appuntamenti senza indicazione nelle note del numero di asseverazioni richieste e del numero di pagine della perizia. Perizie con più di 10 pagine richiedono due appuntamenti consecutivi.

 Il perito deve produrre rilegati insieme, non con spirale, tutti i documenti nel seguente ordine:

  1. Testo della perizia
  2. Verbale di giuramento (vedi modello disponibile in calce)
  3. Allegati

Il perito deve “autenticare” la perizia apponendo la propria firma a timbro nella congiunzione di tutti i fogli, ECCETTO la pagina del verbale di giuramento

 

TEMPI

Rilascio immediato.

COSTI
  • n° 1 marca da € 16,00 ogni 4 facciate della perizia iniziando dalla prima (sulla 1^-5^- 9^-13^ ecc.)
  • n° 1 marca da € 2,00 per ogni allegato alla perizia sia grafico o testo.
  • n° 1 marca cumulativa per foto allegate. (€ 0,52 a foto per il numero delle foto)
  • n° 1 marca da € 16,00 per il verbale di asseverazione.

L’eventuale esenzione deve essere richiesta dal traduttore sulla base di un preciso riferimento normativo.

Allegati
Torna a inizio pagina Collapse